top of page

Bonus 200 euro 2022

Il bonus 200 euro è un aiuto economico dedicato a lavoratori dipendenti, pensionati,

disoccupati, percettori del Reddito di cittadinanza, colf, stagionali, co.co.co. e liberi professionisti con un reddito in possesso di specifici requisiti.

Il sostegno al reddito del Decreto Aiuti (articolo 31 dl 50 2022) interessa una platea di circa 28 milioni di beneficiari, più della metà degli italiani.


A CHI SPETTA

Il bonus 200 euro previsto dal Decreto Aiuti 2022 spetta alle seguenti categorie di soggetti:

  • lavoratori dipendenti pubblici e privati;

  • pensionati;

  • lavoratori domestici;

  • lavoratori stagionali del turismo e dello spettacolo;

  • incaricati di vendite a domicilio.

  • lavoratori autonomi e liberi professionisti;

  • percettori di Reddito di Cittadinanza;

  • disoccupati percettori di NASpI, DIS-COLL e disoccupazione agricola.

  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;

I REQUISITI

I requisiti per il bonus 200 euro sono:

  • rientrare in una delle categorie dei Beneficiari;

  • essere in possesso di un reddito lordo annuo fino a 35.000 €.

COME FUNZIONA IL BONUS 200 EURO

Il bonus da 200 euro funziona in modo parzialmente diverso a seconda che si tratti di lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi, pensionati, disoccupati o beneficiari di Reddito di Cittadinanza. Sarà pagato, a seconda dei casi:

  • nella busta paga di luglio se si tratta di un lavoratore dipendente;

  • a seguito di apposita domanda nel caso dei lavoratori autonomi con o senza partita IVA, stagionali, colf e badanti, lavoratori dello spettacolo, incaricati di vendite a domicilio;

  • direttamente con la pensione di luglio quando a beneficarne è un pensionato;

  • con un ricarico sull’indennità NASPI, DIS-COLL o disoccupazione agricola di luglio in caso di disoccupati;

  • con un’integrazione del sussidio di luglio quando riguarda i percettori del Reddito di Cittadinanza.

COME RICHIEDERE IL BONUS

Il bonus 200 euro viene erogato una sola volta e non è necessario fare domanda, in quanto il pagamento sarà automatico, solo per i lavoratori dipendenti, pensionati e percettori di disoccupazione (NASpI) o Reddito di Cittadinanza.

Devono, invece, fare domanda online all’INPS coloro che rientrano nella categoria di lavoratori domestici, i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, i lavoratori stagionali, a tempo determinato, e intermittenti; anche i lavoratori dello spettacolo , i lavoratori autonomi senza partita IVA e gli incaricati delle vendite a domicilio titolari di partita IVA attiva rientrano tra le figure che devono fare richiesta per ottenere il bonus.


REDDITI ESCLUSI

Nella soglia di reddito da rispettare per ottenere il bonus 200 euro, ovvero fino a 35.000 €, vanno inclusi tutti i redditi tranne da:

  • rendita della casa di abitazione e relative pertinenze;

  • indennizzi da vaccinazione o trasfusione;

  • retribuzioni arretrate sottoposte a tassazione separata;

  • trattamenti di fine rapporto (TFR);

  • assegno al nucleo familiare (ANF);

  • assegno unico universale;

  • indennità di accompagnamento.

  • assegni di guerra;