top of page

Acerca de

pexels-andrea-piacquadio-3760072.jpg

€ 80,00

Descrizione servizio

La NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’impiego) è una indennità mensile di disoccupazione che lo Stato riserva all’individuo in caso di disoccupazione involontaria.
Questo sostegno economico è stato introdotto con l’articolo 1 del decreto legislativo numero 22 del 4 marzo 2015 in sostituzione delle precedenti misure a supporto delle persone in stato di disoccupazione.
Dunque ogni mese il beneficiario riceverà la cifra spettante, in modo da avere un supporto economico nel periodo in cui resterà senza lavoro.

Chi sono i beneficiari

La Naspi viene assegnata solo alle persone che hanno perduto il proprio lavoro  in maniera involontaria e che erano inquadrati con un rapporto di lavoro subordinato. Sono compresi tra i beneficiari:

  • Dipendenti a tempo indeterminato o determinato di privati

  • Dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni

  • Apprendisti

  • Soci lavoratori di cooperative che hanno al contempo un rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative

  • Personale artistico, sempre in caso di un rapporto lavorativo di tipo subordinato.

 

Chi è escluso


Sono invece esclusi dalla possibilità di ottenere l’indennità:

  • Lavoratori extracomunitari che possiedono un permesso di soggiorno per lavori stagionali

  • Lavoratori che hanno raggiunto i requisiti necessari per andare in pensione, anche se questa fosse anticipata

  • Titolari di assegni ordinari di invalidità

  • Lavoratori con contratto a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni

  • Operai agricoli a tempo determinato;

Come varia l'importo della NASpI

L'importo della NASpI varia in relazione all'ammontare del reddito percepito nei quattro anni precedenti la domanda di disoccupazione. 
Se il reddito percepito è inferiore all'importo di riferimento stabilito dalla legge e reso noto ogni anno dall'INPS con circolare pubblicata sul sito (1.227,55 euro per il 2021), l'importo della NASpI è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni. 
Se, invece, la retribuzione media è superiore all''importo di riferimento annuo, la NASpI è invece pari al 75% del'importo di riferimento annuo sommato al 25% della differenza tra la retribuzione media mensile e il suddetto importo.
A partire dal 91esimo giorno, all’indennità si applica una riduzione del 3% per ciascun mese.


 

Richiesta di Disoccupazione NAsPI

Indennità di disoccupazione a carico dello Stato a sostegno del cittadino.

bottom of page